La GIAUR di Berardo Taraschi

La GIAUR di Berardo Taraschi

L’Abruzzese Taraschi, più precisamente di Teramo,comincia la sua attività di costruttore quasi insieme a quella di pilota in quanto inizialmente sarà sempre lui a condurre le sue creature.Da creatore di motociclette nel ’47 crea la sua prima automobile chiamandola URANIA partendo da un telaio a longheroni e sospensioni della FIAT 500 per finire con un motore motociclistico BMW 750 che aveva fatto parte dei sidecar tedeschi lasciati in eredita dalla seconda guerra mondiale.La carrozzeria,anche se non ci sono dati certi,sarebbe stata opera di Venanzio Pozzi.Lui stesso la pilota per la prima volta al circuito di Piacenza dove nella classe di sua appartenenza,la 750 CC,son schierate 23 auto tutte FIAT fatta eccezione dell’Urania che si difenderà bene in mezzo alle altre e anche se un po staccato si piazzerà al terzo posto .Inutile ricordare che anche la Ferrari 125 debutterà proprio a Piacenza con Cortese e che la gara è vinta dalla Fiat di Avalle con numero gara 6.Durante la stagione ottenne dei buoni piazzamenti sia al Circuito delle Cascine a Firenze sia a quello di Parma e venne pure la vittoria a Voghera e con la stessa vettura.Venne poi anche il tempo di costruire un auto a “siluro” dotata questa volta di un telaio tubolare( non GILCO ma simile) e come propulsore sempre il BMW motoristico.Questa auto sviluppava una potenza di circa 40 cavalli e per ovviare a alcuni problemi riscontrati durante la stagione subi delle modifiche ma conobbe la vittoria a Napoli al circuito del Posillipo sempre nel 1948.Intanto nel mondo delle corse si faceva sempre piu notare sul fianco dell’auto la stella con scritta TARASCHI TERAMO.Fu allora che Taraschi decise che il motore motociclistico BMW 750 cominciava a andare stretto per le sue auto e così decise che il prossimo motore fosse un GIANNINI,e precisamente il G1,prodotto che in quel momento faticava a decollare tra i preparatori.E anche se per il momento Taraschi non lasciò il progetto URANIA anche perchè continuava a vincere in diverse gare,nacque GIAUR ( GIA come Giannini UR come Urania) e quasi subito si impose nella sua classe,e fu il Circuito di Caracalla a Roma il primo  palcoscenico vittorioso.A quel punto Visto le enormi potenzialità del GIANNINI G1 Taraschi decise di lasciare definitivamente L’ URANIA dedicandosi  del tutto al nuovo progetto. Con il nuovo modello nasce anche la Scuderia Taraschi che sceglie come logo una stella bianca che da allora farà sempre parte delle vetture abruzzessi.Benchè si affermasse alla Coppa Toscana del ’50 con il pilota Boldrini,GIAUR nulla potè con lo strapotere PATRIARCA che grazie al motore bilabero,lo stesso della GIAUR ma probabilmente meglio adattatovinse il campionato 1950.Successe poi un fatto che inorgoglì molto TARASCHI: le sue vetture passarono l’omologazione e lui stesso diventò in costruttore di automobili a tutti gli effetti,marchiando sia i telai con la sigla BT che i motori con quella G1.La vettura così come era raggiungeva ina velocità massimo di circa 140 km/h frutto della potenza dl propulsore romano di circa 40 CV.L’anno dopo,il 1951,arrivò il titolo italiano propiziato dall’arrivo del forte pilota Leonardi che si aggiudicò le piu importanti gare a calendario e furono risolti alcuni dei  problemi avuti negli anni  passati che riguardavano i motori. Benchè l’anno dopo fu rinominata in GIAUR CHAMPION la nuova vettura in onore della passata vittoria non fu un anno favorevole in quanto le STANGUELLINi bialbero si aggiudicarono la vittoria.Ci fu ulteriore gloria per Taraschi nel 1954 anno in cui fu creata la nuova categoria 750 Formula corse che la vide vincitore nella duplice veste di corridore costruttore con la monoposto RED BLITZ.Non fu l’unica fatica per Berardo perchè in quell’anno  vide la luce anche una nuova auto con carrozzeria MOTTO e motore Giannini G2 Bialbero,chiamata San Remo in onore alla località che l’aveva tenuta a battesimo.Gli anni che venivano servirono a Taraschi a rivedere le sue creatura per adattarle ai nuovi regolamenti e nuove categorie.Lavorò sui motori che sostitui con i G2 Giannini sia con i Fiat 750( 600cc potenziati)  e anche per le carrozzerie si affidò a abili carrozzieri primo fra tutti Morelli.Infine nel 1956 gli fu commissionata anche un auto da record da un francese,certo Grousset che tentò l’impresa sul circuito di Montlery.Taraschi poi lasciò le sport per dedicarsi alla formula junior anche se dovrà abdicare in segno di strapotere dei costruttori inglesi,Cooper in prima fila.Diventerà poi concessionario Volkswagen

GIAUR Mille Miglia 2017

ALBO D’ORO GIAUR-URANIA

1948  
VIII GIRO DELLA SICILIA1°CLASSIFICATO CATEGORIA SPORT 750 cc URANIA
II G.P. DI BARI1°CLASSIFICATO CATEGORIA 500 cc COMPRESSOREURANIA
CIRCUITO DI POSILLIPO NAPOLI1° CLASSIFICATO CATEGORIA SPORT 750 ccURANIA
1949
I CIRCUITO DEL CASTELLO TERAMO1° ASSOLUTOURANIA
CIRCUITO DI CARACALLA ROMA1°CATEGORIA 750 SPORTGIAUR
TARGA VESUVIO NAPOLI1°CATEGORIA 750 SPORTGIAUR
CIRCUITO DI POSILLIPO NAPOLI1° CLASSIFICATO CATEGORIA SPORT 750 ccURANIA
STELLA ALPINA TRENTO1° CLASSIFICATO CATEGORIA SPORT 750 ccURANIA
CIRCUITO DI PASCARA1°CATEGORIA 750 SPORTURANIA
COPPA TARAS TARANTO1°CATEGORIA 750 SPORTGIAUR
CATANIA ETNA1°CATEGORIA 750 SPORTGIAUR
CORSA IN SALITA CALTANISSETTA1°CATEGORIA 750 SPORTURANIA
1950
SALITA MONTE PELLEGRINO PALERMO1°CATEGORIA 750 SPORTGIAUR
GIRO DELLA CAMPANIA NAPOLI1°CATEGORIA 750 SPORTURANIA
GIRO DELLA TOSCANA LIVORNO1°CATEGORIA 750 SPORTGIAUR
CIRCUITO DI CARACALLA ROMA1°CATEGORIA 750 SPORTGIAUR
CIRCUITO DI SENIGALLIA1°CATEGORIA 750 SPORTGIAUR
SORRENTO S.AGATA NAPOLI1°CATEGORIA 750 SPORTGIAUR
TARGA VESUVIO NAPOLI1°CATEGORIA 750 SPORTGIAUR
1951
COPPA CIDONIO L'AQUILA1° ASSOLUTOGIAUR
GIRO DELLA CALABRIA1°CATEGORIA 750 SPORTGIAUR
BOLOGNA RATICOSA1°CATEGORIA 750 SPORTGIAUR
CATANIA ETNA1°CATEGORIA 750 SPORTGIAUR
SPOLETO MONTELUCO1° ASSOLUTOGIAUR
MESSINA COLLE SAN RIZZO1°CATEGORIA 750 SPORTGIAUR
VERMICINO ROCCA DI PAPA1°CATEGORIA 750 SPORTGIAUR
1952
COPPA DEI LAGHI ROMA1°CATEGORIA 750 SPORTGIAUR
PALERMO MONTE PELLEGRINO1°CATEGORIA 750 SPORTGIAUR
CORSA DELLE MARMORE TERNI1°CATEGORIA 750 SPORTGIAUR
SORRENTO S.AGATA NAPOLI1°CATEGORIA 750 SPORTGIAUR
GIRO DELLA CALABRIA1°CATEGORIA 750 SPORTGIAUR
AOSTA SAN BERNARDO1°CATEGORIA 750 SPORTGIAUR
12 ORE DI PESCARA1°CATEGORIA 750 SPORTGIAUR
SPOLETO MONTELUCO1° ASSOLUTOGIAUR
TRULLO D'ORO BARI1°CATEGORIA 750 SPORTGIAUR
GRAN CRITERIUM VETTURETTE CHIETI1°CATEGORIA 750 SPORTGIAUR
VI G.P. DI BARI1°CATEGORIA 750 SPORTGIAUR
BOLOGNA RATICOSA1°CATEGORIA 750 SPORTGIAUR
VERMICINO ROCCA DI PAPA1°CATEGORIA 750 SPORTGIAUR
CASTELFUSANO ROMA1°CATEGORIA 750 SPORTGIAUR
GIARDINI TAORMINA CATANIA1°CATEGORIA 750 SPORTGIAUR
MESSINA COLLE RIZZO1°CATEGORIA 750 SPORTGIAUR

 

Giaur 750 SPORT Mille Miglia 2015
Giaur 750 SPORT Mille Miglia 2015

6 commenti su “La GIAUR di Berardo Taraschi

  1. Good post. I learn something new and challenging on websites I stumbleupon on a daily basis.

    It’s always exciting to read through articles from other writers
    and use a little something from other sites.

  2. Greetings I am so delighted I found your web site, I really found you
    by accident, while I was searching on Aol for something else, Nonetheless I
    am here now and would just like to say kudos for a marvelous post and a all round interesting blog (I
    also love the theme/design), I don’t have time to read through
    it all at the minute but I have book-marked it and also included your
    RSS feeds, so when I have time I will be back to read more,
    Please do keep up the fantastic work.

Lascia un commento