AGUZZOLI Condor

AGUZZOLI Condor

AGUZZOLI Condor

La prima e per ora ultima volta che ho visto la AGUZZOLI Condor è stata a Chantilly Arts & Elegance ultima edizione (2017) Devo affermare con rammarico che non solo un l’avevo mai vista ma  nemmeno sapevo che AGUZZLI fosse stata una marca di automobili.Eppure è nata nella terra dei motori dove marche ben più note hanno videro la luce..Ferrari e Maserati su tutte.Il progetto fu voluto da dei commercianti benestanti emiliani,padre e figlio Aguzzoli che commissionarono la parte telaistica a Bertocco che costrui un telaio tubolare dove fu installato da prima un motore Alfa Romeo derivato dalla Giulietta di serie poi elaborato per portare la potenza a circa 130 CV,montato un cambio di derivazione francese,sembra della Citroen DS, e con l’assistenza di tecnici del calibro di Salvarani e Rocchi la macchina fece i primi passi.Il bellissimo telaio fu opera di Piero Drogo che aveva prestato la sua opera anche per alcune Ferrari.Come si vede dalla foto il risultato fu una meraviglia.Purtroppo per alcuni problemi burocratici la macchina non potè esordire alla Coppa FISA che si teneva a Monza nel 1963.Per pura curiosità il nome CONDOR fu dato perchè uno dei suoi padri,Luigi Bertocchi usava questo pseudonimo per le corse.Nel 1964 fu presentata al Salone di Ginevra con una carrozzeria in fibra di vetro e non montava più il cambio di origine francese ma un moderno HEWLAND a cinque marce.

Aguzzoli Condor a Chantilly Elegance 2017 nella Categoria "Le piccole berlinette italiane"
Aguzzoli Condor a Chantilly Elegance 2017 nella Categoria “Le piccole berlinette italiane”

Venne il magico giorno del battesimo in corsa  e precisamente alla Trento Bondone del 1964 dove con due auto,potenziate fino a 160 CV, una pilotata da Luigi Bertocco detto ” CONDOR ” e l’altra da Umberto Masetti si classificarono al 6° e 7° posto della sua classe.Masetti  si presento poco dopo anche alla Cesana-Sestriere ma non andò oltre un sesto posto in categoria a auto fino a 2000 cc.Ci fu poi anche una vittoria,che arrivò alla COPPA FISA 1964,la stessa gara dove non potè scendere in pista l’anno prima econ il pilota Brambilla che vinse la sua classe seguito da CONDOR Bertocchi.Il propulsore fu poi ancora potenziato fino a 175 cc. ma dopo poco l’auto usci di scena per riapparire come per incanto in Francia dopo più di 50 anni.

Aguzzoli Condor
Aguzzoli Condor al momento della premiazione Chantilly Elegance 2017

A Chantilly Arts & Elegance la vettura si presentava nella categoria Berlinette Italiane dove dopo accurate verifiche ha vinto la sua categoria

Lascia un commento